VERA – Bicchiere Acqua

225,00

Il Vera è un bicchiere a coste massiccio in vetro cristallo, decorato con una corona di platino e impreziosito da un’ematite ovale

Disponibilità: in stock
Spedizione: in 24 ore – solo 2 set in stock
Dimensioni: Cm 11 x 9 / 4,33″ x 3,54″ / 550 ml
Materiale: Vetro con filo Platino
Peso: 535 g
COD: BVER1-001-001 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

“Un amico mi chiese espressamente un bicchiere da whisky”, racconta Giberto. Si tratta pertanto di un bicchiere per definizione massiccio, tuttavia Vera è stato pensato per alleggerire una mole tanto importante: il bicchiere infatti presenta delle delicate scanalature esterne, mentre il vetro interno rimane della sua tipica forma cilindrica originaria e dunque piacevole nel contatto con le labbra.

L’aggiunta del bordo in platino e di una graziosa ematite ovale sulla superficie esterna impreziosiscono ulteriormente quest’oggetto che, sebbene sia nato per i cocktail, risulta essere perfetto anche per acqua o vino.

Un bicchiere importante e raffinato, come lo sono le donne a cui Giberto ha dedicato il bicchiere: “forse non è un caso se ho dato a questo vetro lo stesso nome di mia sorella e di una delle mie figlie, due donne forti e sofisticate, con le quali condivido la vita in questa straordinaria città”.

Il Designer

“Nei miei primi ricordi Venezia aveva altri colori. Era più spenta, drammatica, distrutta, profondamente romantica. Bellissima. Non c’era la luce di oggi, più scintillante, forse, ma meno poetica”.
La vita di Giberto Arrivabene Valenti Gonzaga, è visceralmente legata a Venezia. Le memorie infantili, le più belle, sono quelle che si sono formate nelle stanze di Palazzo Papadopoli, tra gli affreschi del Tiepolo e gli affetti familiari. 

Lavorazione a Mano

Non c’è nulla tra gli oggetti creati da Giberto che non sia il risultato di un abile e meticoloso lavoro di artigianato artistico.
Ogni singolo pezzo nasce da uno schizzo di Gibi fatto ad acquerello su carta lucida: “Quando vedo qualcosa che mi ispira o un oggetto che mi piace, lo disegno e lo rielaboro. Poi si passa alla realizzazione”.