Bicchiere inciso da Acqua – AV

125,00

Bicchiere cristallo in vetro di Murano soffiato a mano in forma cilindrica con incisione AV a mola e bordo con frammenti oro incastonati.

Disponibilità: in stock
Spedizione: in 24 ore – solo 7 in stock
Dimensioni: Cm 9,5 x 11 / Inches 3,74 x 4,33
Materiali: Vetro di Murano con incisione
Peso: 210 g
COD: BAV01-020-001 Categoria:

Descrizione

Il bicchiere AV è il frutto di una fortunata coincidenza: “mia nonna, Vera Papadopoli moglie di mio nonno Giberto Arrivabene, teneva la sua corrispondenza su una carta da lettera con un monogramma tondo che chiudeva insieme le due iniziali del suo nome, V e A, sormontate dalla corona dello stemma di famiglia. Quando il fondatore della catena di alberghi Aman – Adrian Zecha – vide il monogramma mentre stavamo lavorando sul restauro di Palazzo Papadopoli, lo riconobbe subito come la sigla perfetta per Aman Venice, quasi se i bicchieri creati appositamente per l’hotel nascessero sotto il buon auspicio dei miei antenati.”

L’AV è un bicchiere in vetro cristallo, leggermente svasato, sul quale le due lettere s’intrecciano grazie ad un delicato lavoro di chiaroscuri incisi a mola. L’oggetto è impreziosito con un bordo appena più spesso nel quale sono stati intrappolati a caldo dei sottilissimi frammenti di oro: l’imprevedibilità con la quale il metallo si fonde col vetro rende ogni bicchiere unico.

Il Designer

La vita di Giberto Arrivabene Valenti Gonzaga, è visceralmente legata a Venezia. Le memorie infantili, le più belle, sono quelle che si sono formate nelle stanze di Palazzo Papadopoli, tra gli affreschi del Tiepolo e gli affetti familiari.

“Nei miei primi ricordi Venezia aveva altri colori. Era più spenta, drammatica, distrutta, profondamente romantica. Bellissima. Non c’era la luce di oggi, più scintillante, forse, ma meno poetica”.

Lavorazione a mano

Ogni singolo pezzo nasce da uno schizzo di Gibi fatto ad acquerello su carta lucida: “Quando vedo qualcosa che mi ispira o un oggetto che mi piace, lo disegno e lo rielaboro. Poi si passa alla realizzazione”.
Il vetro, materiale principale nelle collezioni, viene lavorato a Murano.

Ogni bicchiere, ogni specifico oggetto viene soffiato dai maestri vetrai nelle fornaci veneziane.

Giberto porta loro i suoi acquarelli e li discute per perfezionare il progetto, verificarne la fattibilità, e apportare eventuali modifiche. Una volta realizzata la forma desiderata, viene il momento della decorazione.