SPRING – Set di 6 Bicchieri Cherry

570,00

Cherry è una rivisitazione del tradizionale goto Muranese: linee pulite, leggermente conico, in una nuova e divertente tonalità

Disponibilità: in stock
Spedizione: in 24 ore
Dimensioni: Cm 12 x 10 / 3,93″ x 4,72″ / 500 ml
Materiali: Vetro di Murano
Peso: 230 g

COD: BSPR1-555-008 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

“Cherry sta per rosso ciliegia, come il vetro di questo bicchiere, come il colore per eccellenza della vivacità ma Cherry è anche il nome di una cara amica, artista inglese dall’inarrestabile energia ormai di casa a Venezia”. Cherry è un bicchiere di grandi dimensioni, leggermente svasato, soffiato a Murano in vetro rosso con bordo in pasta di vetro color cipria: il décalage dei toni, col rosso che si stempera nel rosa, lo rende un oggetto di un’eleganza antica.

Con la tecnica dello smalto è possibile disegnare cifre o loghi in tinta con il bordo.

Viste le dimensioni il Cherry è adatto ad un cocktail, ad ogni genere di bevanda analcolica come ad esempio un ottimo tea freddo fatto in casa in una calda giornata d’estate italiana o perché no… anche come un elegante ed inusuale portaspazzolino da denti.

Il Designer

La vita di Giberto Arrivabene Valenti Gonzaga, è visceralmente legata a Venezia. Le memorie infantili, le più belle, sono quelle che si sono formate nelle stanze di Palazzo Papadopoli, tra gli affreschi del Tiepolo e gli affetti familiari.

“Nei miei primi ricordi Venezia aveva altri colori. Era più spenta, drammatica, distrutta, profondamente romantica. Bellissima. Non c’era la luce di oggi, più scintillante, forse, ma meno poetica”.

Lavorazione a mano

Ogni singolo pezzo nasce da uno schizzo di Gibi fatto ad acquerello su carta lucida: “Quando vedo qualcosa che mi ispira o un oggetto che mi piace, lo disegno e lo rielaboro. Poi si passa alla realizzazione”.
Il vetro, materiale principale nelle collezioni, viene lavorato a Murano.

Ogni bicchiere, ogni specifico oggetto viene soffiato dai maestri vetrai nelle fornaci veneziane.

Giberto porta loro i suoi acquarelli e li discute per perfezionare il progetto, verificarne la fattibilità, e apportare eventuali modifiche. Una volta realizzata la forma desiderata, viene il momento della decorazione.