Flûte Champagne Grigio – ALLEGRA

275,00

Il calice flûte champagne Allegra ha la classica forma esagonale dei soffiati Muranesi, ma in vetro grigio con base rotonda e bottone di ematite

Disponibilità: in stock
Spedizione: in 24 ore
Dimensioni: Cm 12 x 10 / 3,93″ x 4,72″ / 500 ml
Materiali: Vetro di Murano
Peso: 220-300 g
COD: BCF1-001-009-1 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

“Il calice Allegra è dedicato a mia nipote, un oggetto sofisticato capace di tenere insieme la tradizione veneziana del vetro soffiato con la mia passione per le pietre dure”.

Il flûte Allegra ha infatti la classica forma esagonale dei leggerissimi soffiati muranesi ma è stato ripensato in vetro grigio, di dimensioni più grandi, e con una rastrematura verso il basso fino ad unirsi – a caldo – con la base tonda. È ulteriormente impreziosito da un piccolo bottone di ematite, lucidata fino a sembrare un metallo, e da un profilo in platino. Allegra necessita dunque di una lunga fase di realizzazione, mettendo insieme più competenze, e dando vita a dei veri oggetti unici dalle differenze appena percettibili.

Il colore lievemente cenerino del vetro non perde la trasparenza necessaria ad apprezzare il perlage dello champagne che riscalderà appena i toni del grigio in un sottile gioco di nuance.

Il Designer

“Nei miei primi ricordi Venezia aveva altri colori. Era più spenta, drammatica, distrutta, profondamente romantica. Bellissima. Non c’era la luce di oggi, più scintillante, forse, ma meno poetica”.
La vita di Giberto Arrivabene Valenti Gonzaga, è visceralmente legata a Venezia. Le memorie infantili, le più belle, sono quelle che si sono formate nelle stanze di Palazzo Papadopoli, tra gli affreschi del Tiepolo e gli affetti familiari.

Lavorazione a Mano

Non c’è nulla tra gli oggetti creati da Giberto che non sia il risultato di un abile e meticoloso lavoro di artigianato artistico.
Ogni singolo pezzo nasce da uno schizzo di Gibi fatto ad acquerello su carta lucida: “Quando vedo qualcosa che mi ispira o un oggetto che mi piace, lo disegno e lo rielaboro. Poi si passa alla realizzazione”.